Intelligenza Artificiale: meglio stare sul pezzo!

19 marzo 2024

Se ne parla molto e sempre di più se ne parlerà.

Il futuro dell’intelligenza artificiale (AI in italiano, IA in inglese) è un argomento che suscita entusiasmo e preoccupazione.

Noi ci stiamo impegnando a capirne di più e vi terremo man mano informati in una nuova sezione che inaugureremo presto.

Oggi voglio però già cominciare occupandomi brevemente di un aspetto cruciale: il legame tra il mondo del lavoro e le competenze digitali di base.

Secondo il report “Future of Jobs” del maggio 2023 curato dal World Economic Forum, nei prossimi 5 anni più del 75% delle imprese cercheranno di adottare tecnologie legate alle funzionalità dell’ IA.

Mentre l’AI continua ad avanzare, stanno emergendo nuove opportunità di lavoro in vari campi come l’analisi dei dati, il machine learning e la programmazione dell’intelligenza artificiale. Sono ruoli richiedono persone con competenze specializzate per progettare, implementare e mantenere i sistemi di intelligenza artificiale. Questi sono gli specialisti del futuro.

Ma, nel frattempo, il mondo del lavoro cambierà e bisognerà stare al passo. I lavoratori dovranno far sempre più conto sulle proprie competenze digitali ed essere disponibili ad apprenderne di nuove.

Purtroppo l’Italia è piuttosto indietro.

L’ultimo rapporto pubblicato dalla Commissione Europea sul DESI (l’indice di digitalizzazione dell’economia e della società) dei 27 Paesi dell’Unione mostra l’Italia al 25° posto. Si può scaricare la versione del rapporto da qui.

Anche la media europea è piuttosto bassa (solo il 54% dei cittadini tra i 16 e 74 anni hanno competenze digitali di base). Ma in Italia le cose vanno anche peggio: la percentuale è solo del 46%.

Bisogna darsi da fare.

Nel nostro piccolo, cercheremo di fare la nostra parte.

Da metà giugno, non appena sarà terminato il corso sul Parlamento europeo che partirà a maggio, ne renderemo disponibile uno (ovviamente gratuito, come sempre) sulle Competenze digitali di base: che cosa sono, come acquisirle ed esercitarle.

Nel frattempo, cercheremo di tenerci e tenervi aggiornati su varie iniziative.

Ci pare utile segnalare oggi qui quella delle All Digital Weeks, dal 13 al 31 maggio. Si tratta di una campagna sull’utilizzo della tecnologia digitale con sicurezza e competenza.

Sul sito (il link è al fondo di questo post) c’è una mappa dell’Europa attraverso la quale si può accedere alle pagine degli eventi già programmati. Manco a dirlo sono pochi gli eventi organizzati ad oggi in Italia, ma meglio di niente.

Una è un convegno di tre giorni, dall’8 al 10 maggio, organizzato da UNISER per gli insegnanti. Il focus sarà sulle “competenze internazionali nell’era digitale“. Si terrà a Bologna presso la Fondazione Golinelli: bisogna iscriversi entro il 19 aprile. Il link qui.

L’altra è a Pisa per il giorno 14 maggio. Si chiama “Internet che awwwentura!” ed è dedicata agli studenti delle scuole secondarie di 2° grado. Ecco il link per prenotarsi e scaricare la locandina.

Per tenervi aggiornati potete di tanto in tanto visitare il sito di Alldigitalweeks. Le iscrizioni sono aperte e, si spera, se ne aggiungeranno presto altre.

E se avete idee per organizzare un evento, splendido!

Ecco il link.

Questo contenuto è protetto da copyright